Il centro Casa di Carta ha realizzato, fin dalla sua apertura, numerose iniziative e progetti pensati per favorire l’inclusione dei nostri ragazzi e agevolare e sostenere ove possibile le nostre famiglie.
Qui, di seguito, è presente un elenco delle nostre attività

PROGETTO DI DANZARMONIA
In collaborazione con la dott.ssa Pugliese Giusy, assistente sociale specializzata in ‘Tecniche di Intervento Corporeo in Campo psicopedagogico sono stati organizzati degli incontri di Danzarmonia
La Danzarmonia è una disciplina che nasce dall’integrazione di tre grandi forme d’ascolto: counseling, la danza e la corporeità. Attuando un intervento che coinvolge il canale corporeo ed emotivo essa contribuisce allo sviluppo integrale della fantasia e dell’immaginazione esercitando la lateralità, la coordinazione del corpo, il ritmo, l’equilibrio, sviluppo ascolto musicale, l’espressione di sé e valorizza le attitudini ei talenti dell’individuo.

MESE DEL BENESSERE PSICOLOGICO OTTOBRE
Casa di carta in occasione del mese del benessere psicologico ha aderito all’iniziativa “studi aperti” in collaborazione con l’Ordine degli Psicologi della Regione Puglia per offrire un supporto psicologico alle nostre famiglie e a chiunque ne avesse necessità.

PARKOUR
Un altro progetto estremamente interessante è quello creato in collaborazione con l’associazione Activita Project e coordinato dal coach Antonio Shino Calefato.
L’attività motoria contribuisce alla conoscenza e padronanza del proprio corpo. È un metodo indispensabile per lo sviluppo globale e uniforme del bambino e questo, noi di Casa di Carta lo sappiamo bene, per questo abbiamo voluto fortemente questa collaborazione con professionisti del settore.

LABORATORI EDUCATIVO SENSORIALI
La percezione è la prima forma di apprendimento e la prima tappa del processo attraverso cui i bambini estraggono ed organizzano le informazioni presenti nel mondo che li circonda.
I bambini ascoltano con tutti i loro sensi però, col passare degli anni queste abilità tendono a ridursi, perché socialmente si tende a dare più importanza ad altre aree come quelle della logica. Ecco perché è importante proporre attività che vadano a ripristinare queste abilità infantili e a potenziarle sempre più come, ad esempio, i laboratori educativo sensoriali: noi di Casa di Carta ne abbiamo organizzati diversi e volti proprio a promuovere e potenziare queste abilità sensoriali del bambino attraverso percorsi sensoriali organizzati per bambini dai 2 ai 5 anni (vendemmia, esplorazioni 5 sensi, scoperta dei colori), percorsi di ascolto e racconti di favole per bambini dai 4 ai 6 anni e percorsi emozionali per bambini dai 6 ai 10 anni.

PROGETTO RICICLO IN FESTA
In occasione del periodo natalizio abbiamo aderito all’ evento organizzato dal comune di Trani intitolato ‘Trani t’incanta’ caratterizzato da una serie di iniziative interessanti organizzate nella bellissima città di Trani volte a rendere il periodo delle feste ancora più magico e in quest’atmosfera natalizia il nostro staff ha deciso di dare il proprio personale contributo: grazie ai nostri bambini e ragazzi sono stati realizzati piccoli manufatti il cui ricavato è stato poi impiegato per realizzare progetti d’inclusione sociale rivolti ai nostri ragazzi speciali.

PROGETTO TRANI AUTISM FRIENDLY
Trani Autism friendly in collaborazione con Asl BT e il comune di Trani nasce dalla volontà di fornire una risposta concreta alle tante esigenze delle famiglie speciali, supportando la condizione della specialità in modo adeguato con servizi mirati a soddisfare particolari necessità.
In risposta a tale progetto Casa di Carta ha deciso di aderire pienamente partecipando, inizialmente, al corso di formazione tenuto dal Cat in collaborazione con il comune di Trani e, successivamente, mettendo a disposizione i propri locali per alcune giornate come quella realizzata grazie anche alla partecipazione di Ezia hair studio per rendere accessibile un taglio di capelli che come sappiamo diventa problematico per molti dei nostri bambini.

COLONIA ESTIVA
L’idea di creare un campo estivo che sapesse accogliere e integrare l’autismo è nata circa 10 anni fa dall’Unione di un gruppo di persone che oggi si traducono in “Casa di Carta” e altre realtà di centri e associazioni che hanno portato avanti quella idea. L’obiettivo era proprio quello di fare da modello e da esempio come lo abbiamo ricevuto all’epoca a nostra volta prendendo spunto dai nostri docenti e mentori. In questi anni abbiamo formato tanti di quei ragazzi al sostegno e integrazione dei nostri piccoli bambini che ci inorgoglisce vedere come oggi quei ragazzi aiutino altre realtà…l’obiettivo principale della solidarietà è che questa possa estendersi a macchia d’olio.
Ogni giorno abbiamo creato percorsi diversi tra loro e dal giorno precedente pensati per un recupero delle abilità dissoltesi e disperse durante il covid. Abbiamo simulato la scuola e “ingaggiato” la passione della maestra Giovanna Di Pierro che fonte inesauribile di idee e creatività trasforma i compiti in magia: il piacere di apprendere
Abbiamo creato laboratori social lasciando strumenti che i pari utilizzano per il semplice fatto di equipaggiarli alla vita con gli altri bimbi e ragazzi.
Abbiamo ripensato alle poche uscite degli ultimi mesi e inserito un percorso stradale reimpostando la segnaletica e le norme stradali.
Abbiamo condiviso e affrontato con i fratelli e i pari i punti di forza e di debolezza dei nostri bambini.
Abbiamo utilizzato questo tempo per metterci nei panni dei genitori e capire cosa fare oltre le terapie e nelle quotidianità.
E poi abbiamo vissuto di energia, musica, “tuffi a bomba”, immersioni e qualche innamoramento che non manca mai!

PROGETTO EQUITAZIONE E SOCIALIZZAZIONE
Nel progetto di ippotetapia è importante, come per qualsiasi intervento riconoscere e valorizzare le potenzialità di ognuno strutturando, quindi, gli interventi in base alla caratteristica peculiare di ogni singola persona. La nostra équipe di professionisti si impegna costantemente a studiare almeno due percorsi di presa in carico:
-uno è quello di attuare un programma immediato, intensivo e precoce che possa conferire abilità utili e pratiche rispetto alla richiesta sociale;
-l’altro è quello di un’azione trasversale che darà modo all’utente di confrontarsi con le sue peculiarità e aspetti da evidenziare e valorizzare.
Per questa ultima ragione esporremo sempre i nostri bambini e ragazzi ad esperienze nuove, e l’esperienza con ”Il circolo Ippico Giovanni De Trizio” ha catapultato loro e tutti noi in una dimensione di genuina convivenza con elementi fondamentali della natura unita alla forza, coordinazione e maestosità dei cavalli.

PROGETTO MUSICA IN GIOCO
Il progetto coordinato dal prof. Andrea Gargiulo, direttore d’orchestra e docente presso il conservatorio ‘N. Piccinni’ di Bari, consiste in un percorso propedeutico alla conoscenza ed utilizzo dello strumento musicale
MusicaInGioco è un’associazione che dona lezioni e strumenti musicali a bambini e ragazzi prevalentemente in area disagio socioeconomico/personale o con disturbi dell’apprendimento, o disabilitá  (DSA, ADHD, sindrome di Asperger, di Down, Autismo). Il progetto è finalizzato a sviluppare attitudini e abilità e a favorire le capacità di socializzazione e di cooperazione.
La collaborazione con l’associazione è iniziata con una giornata gratuita in cui i nostri bambini hanno potuto iniziare ad approcciarsi allo strumento e alla musica in modo semplice e divertente!
A breve avremo il piacere di organizzare altri incontri formativi
Stay tuned!

FESTE ED EVENTI
La nostra struttura si presta anche al noleggio (o affitto o contributo volontario) per feste di compleanno ed eventi da festeggiare.

SEMPRE IN FORMAZIONE
Il nostro staff è sempre in formazione e supervisionato dalla dott.ssa Maria José Sireci-BCBA, Psicoterapeuta, in modo da essere sempre aggiornati e da poter offrire ai nostri ragazzi e famiglie un servizio serio e professionale.
Quest’anno abbiamo, inoltre, partecipato ad un interessantissimo e stimolante corso di formazione tenuto dalla Dott.ssa Alessandra Di Renzo sul programma Baby Signs che permette ai bambini nella prima infanzia di imparare alcuni facili segni per comunicare bisogni, desideri e stati d’animo. Ogni segno rappresenta singole parole e concetti semplici, come “mangiare”, “latte”, “bere”, “ancora”.
Il nostro centro ha organizzato anche corsi di formazione sulle funzioni comportamentali per i genitori e corso informativo propedeutico a tutte le figure impegnate nel sociale che vogliono conoscere le motivazioni per un corso ABA riconosciuto, spendibile e soprattutto qualificato (la dott.ssa Pansini Rosa, coordinatrice ABA presso il nostro centro, oltre a fare una panoramica di quello che è l’intervento ha fatto una panoramica delle varie scuole accreditate che formano e convalidano titoli quali tac, assistant o consulente).